1 – Come si sviluppano le allergie:

Il meccanismo che innesca le reazioni allergiche nel nostro organismo può essere schematizzato in due fasi:

In una prima fase le sostanze che provocano allergia (allergeni) vengono a contatto con il nostro organismo e stimolano le cellule del sistema immunitario a produrre particolari anticorpi chiamati Immunoglobine E (IgE). Queste si legano a speciali cellule, i mastociti, contenenti delle sostanze nocive.

In una seconda fase, quando gli allergeni vengono a contatto con le IgE attaccate ai mastociti, queste rilasciano le sostanze nocive responsabili dei sintomi dell’allergia e della successiva comparsa di infiammazione e danneggiamento delle mucose e degli organi colpiti (asma se vengono coinvolte le vie aeree, rinite se vengono coinvolte le cavità nasali, dermatite atopica se viene coinvolta la cute).

Ma perchè avviene tutto ciò?

Le reali cause delle malattie allergiche sono ancora per lo più sconosciute; di sicuro possiamo dire che queste malattie sono scatenate da fattori genetici ed ambientali.

Fattori Genetici: l’allergia è una malattia influenzata da fattori genetici. E’ pertanto più probabile che i figli/fratelli di soggetti allergici sviluppino allergie. Ad esempio se un genitore è allergico la probabilità che un figlio sviluppi allergia è del 40%, se entrambi i genitori sono allergici le probabilità arrivano al 70-80%.

Fattori Ambientali: esistono alcuni fattori ambientali che possono influire sulle probabilità che una persona diventi allergica. Infatti sono più colpiti da allergie coloro che vivono in case umide e ricche di allergeni, i bambini che nei primi mesi di vita dormono su materassi e cuscini sintetici e i soggetti che vivono in case che vengono pulite frequentemente con spray detergenti.