3-Cosa fare? Una strategia globale per il trattamento della dermatite atopica:

Con un trattamento scrupoloso e quotidiano della pelle è possibile:

  • ridurre il prurito e l’infiammazione,
  • limitare le infezioni cutanee,
  • diminuire l’impiego del cortisone,
  • prevenire l’aggravamento dell’allergia.

Per il soggetto con cute secca, delicata e a tendenza atopica è importante utilizzare sempre prodotti dedicati, anche nei periodi di bnessere, per far si che la pelle svolga in modo ideale la propria funzione barriera.

Questa situazione si realizza in modo ottimale eseguendo in sequenza 4 fasi:

  1. FASE IDRATANTE: mediante il bagno con aggiunta dei sali Idrocristalli® Envicon,
  2. FASE DETERGENTE: mediante l’impiego di  Envisoap®, Envifluid® ed Envioil® a pH debolmente acido, contenenti sostanze antibatteriche ed antifungine,
  3. FASE RICOSTRUTTIVA: con l’impiego della crema Envicer3, grassa o magra, contenente Ceramide3 e Vitamina E,
  4. FASE LENITIVA E DISARROSSANTE: mediante l’applicazione della crema Enviplus, grassa o magra, a base di Vitis Vinifera (derivata dagli acini dell’uva), Pantenolo, Acido Glicirretico (ricavato dalla radice della liquirizia) e Vitamina E.

Le fasi 3 e 4 devono essere ripetute più volte al giorno e devono essere effettuate contemporaneamente, applicando assieme la crema Envicer3® ad azione ricostruttiva e la crema  Enviplus® ad azione disarrossante e lenitiva. Le creme disarrossanti vanno sempre usate insieme a quelle ricostruttive in quanto la pelle del soggetto con pelle secca, delicata e a tendenza atopica risulta essere sempre infiammata anche quando appare normale.